La Privacy colpisce anche l’ E-mail Marketing

Cosa cambia e qualche consiglio per una strategia vincente

 

 

E-mail marketing, stiamo parlando di una delle più dirette forme di promozione utilizzate dalle aziende, in cui i messaggi di posta elettronica svolgono un ruolo centrale nella comunicazione con l’utente finale. Viene utilizzata dalle aziende principalmente per pubblicizzare beni o servizi, per aumentare la fidelizzazione o semplicemente per farsi conoscere e acquisire nuovi clienti. Questa tecnica di marketing diretto è uno degli strumenti più utilizzati dalle aziende perché, per prima cosa l’e-mail è facilmente rintracciabile, inoltre permette di creare un rapporto più intimo col cliente, dando la possibilità di inviare contenuti personalizzati che fanno sentire il cliente “coccolato”, se realizzato nel modo corretto.

 

Perché viene così tanto utilizzato dalle aziende?

 

La risposta è molto semplice, sfruttare questa tecnica permette di ottenere diversi vantaggi, tra cui:

  • Basso costo
  • Comunicazione istantanea
  • Facilità di tracciatura
  • Personalizzazione del messaggio
  • Possibilità di testare l’efficacia del messaggio

 

Come accennato poco prima, per essere realmente efficace occorre fare e-mail marketing nel modo giusto, inviando contenuti di valore per l’utente finale, e per contenuti di valore non intendiamo offerte promozionali o proposte di sconti. Un’azienda, per sfruttarle nel miglior modo e trarne vantaggi, dovrebbe scrivere newsletter con consigli pratici su come svolgere un’attività, con alcune linee guida su come risolvere problemi comuni dei clienti o con informazioni sul settore della propria azienda, per esempio. Solamente in questo modo si riuscirà ad instaurare un rapporto di fiducia con il cliente che sarà spinto ad aprire la newsletter per leggere le informazioni utili che gli state inviando, e non a cestinarla.

 

 

Cosa cambia con l’introduzione del GDPR? 

 

L’entrata in vigore del nuovo Regolamento sulla protezione dei dati (leggi anche GDPR e Protezione Dati) ha creato molta preoccupazione, soprattutto per quanto riguarda l’invio di newsletter. I principali aspetti da tenere presente quando si vuole inviare questo tipo di e-mail sono:

  • fornire un’informativa in cui viene spiegato il tipo di messaggio che verrà inviato e la frequenza, che piattaforme vengono utilizzate, come verranno trattati i dati e chi ne avrà l’accesso;
  • inviare newsletter solo a coloro che hanno dato il consenso in modo esplicito;
  • dare la possibilità a chi ha dato il consenso al ricevimento di newsletter di potersi disiscrivere e questo deve avvenire in modo semplice, veloce e deve essere possibile per ciascun messaggio che viene inviato, grazie all’inserimento di un link;
  • se vengono inviati messaggi promozionali devono essere in numero ragionevole e collegati a ciò che si è acquistato presso l’azienda, sempre dando la possibilità al cliente di potersi disiscrivere dal ricevimento di queste e-mail;
  • utilizzare piattaforme che garantiscono la sicurezza dei dati grazie all’utilizzo di password e Antivirus.

 

Se vengono rispettati tutti questi aspetti allora non c’è motivo di preoccuparsi, siete in piena regola col GDPR, in caso contrario sarà necessario provvedere e apportare gli opportuni cambiamenti. E tu ti sei adeguato al Nuovo Regolamento? Hai bisogno di aiuto? Contattaci allo 0544-404260 o scrivici all’indirizzo marketing@cm-comunicazione.it.

 

Per rimanere aggiornato su novità e curiosità iscriviti alla nostra newsletter e seguici sui social Instagram  e Facebook.