Ecommerce: uno strumento da conoscere

L’ecommerce è senza dubbio una grande risorsa per allargare il proprio business e come ogni strumento deve essere usato nel modo giusto per dare risultati. Se sei un commerciante e ti stai chiedendo se valga la pena di investire in un negozio online, per prima cosa devi metterti nei panni di chi su internet non vende, ma compra!

Un esempio per capirci meglio

E’ domenica mattina e vuoi comprare un giocattolo per il tuo nipotino. Non lo trovi nel negozio vicino casa tua, perché è un gioco particolare e non hai voglia di cercarlo per tutta la città. L’unica soluzione è acquistarlo online. Non lo hai mai fatto prima, sei un po’ scettico e non ti fidi. Fai una ricerca generica su google e trovi i link di almeno 5 eCommerce. Clicchi sul primo o sul secondo e cominci la tua esperienza. L’ecommerce da cui comprerai sarà quello che ti avrà trasmesso affidabilità, che non ti avrà fatto perdere tra mille passaggi, che ti avrà dato tutte le informazioni sul giocattolo e che non si sarà impallato al momento del pagamento (magari facendoti anche uno sconto di benvenuto).

I vantaggi dell’ecommerce per chi compra

Se hai letto con attenzione l’esempio del giocattolo, capirai che su internet è fondamentale che l’ecommerce faccia risparmiare:

tempo: hai acquistato il giocattolo di domenica mattina;
denaro: il prezzo è vantaggioso e ti hanno fatto lo sconto di benvenuto;
stress: hai trovato tutte le informazioni che ti servivano e nessuno ti ha fatto pressione.
fatica: il giocattolo per il tuo nipotino gli arriverà direttamente a casa tramite corriere.

Se tutte queste esigenze vengono soddisfatte e il tuo nipotino riceverà in tempo per il suo compleanno il suo bellissimo giocattolo nuovo è molto probabile che tu ti diventerai un cliente fedele.

Adesso scommetto che vorresti che quell’ecommerce fosse il tuo.

Un ecommerce che funziona offre molti vantaggi ad un’azienda: i clienti potenziali sono infiniti, i costi sono ridotti (non si deve pagare l’affitto del locale, non bisogna assumere nuovi dipendenti né affidarsi ad intermediari), è possibile tenere traccia degli utenti che navigano sul sito e tenere monitorata la loro esperienza di acquisto. Secondo i dati pubblicati da Il sole 24 ore in Italia ci sono 24 mlioni di cquirenti online attivi. Di questi 16 milioni sono clienti abituali. Se il settore che domina è quello del turismo, anche informatica, abbigliamento, editoria, alimentari e arredamento si ritagliano la loro buona fetta di mercato.  E la crescita complessiva è di circa il 20%.

Come trasformarsi nell’ecommerce da cui tutti comprerebbero

Alla base del successo di un ecommerce ci sono tanti fattori concomitanti:

una solida brand reputation per conquistare fiducia: l’utente deve conoscere il marchio e sapere che di quel marchio ci si può fidare.
una digital strategy efficace per battere la concorrenza: bisogna parlare alle persone anche sui social; è molto probabile infatti che le persone arrivino su un sito ecommerce tramite una bella immagine pubblicata su Facebook o Instagram.
un servizio di costumer care attento e puntuale per accorciare le distanze: se il potenziale cliente è in difficoltà bisogna aiutarlo in tutti i modi, farsi trovare tramite mail, chat o telefono e trasmettergli forte e chiaro un messaggio: siamo qui per te.

La guida all’ecommerce? I professionisti della rete

Quando l’ecommerce è pronto per essere messo online sta facendo il primo passo.
Una squadra di professionisti può accompagnarti lungo tutto il cammino.

Se sei interessato ad aprire un sito ecommerce contattaci, costruiremo un progetto su misura per te.

 

 

 Adriana Giombarresi – Grafico e copywriter presso CM Comunicazione